ACOK11

Da La Barriera Wiki.
ACOK11 - THEON
Il regno dei lupi
(Mondadori)
POVTheon Greyjoy
AmbientazioneIsole di Ferro
Serie TV02x02 Oltre la Barriera
-
ACOK10
DAVOS I
ACOK11
THEON I
ACOK12
DAENERYS II

ACOK24
THEON II

ACOK11 è l'undicesimo capitolo de A Clash of Kings e de Il regno dei lupi.

È il primo capitolo dedicato a Theon Greyjoy de Il regno dei lupi, de A Clash of Kings e de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

Icona Citazione.pngProtetto di nome, ostaggio di fatto, e da ostaggio aveva trascorso metà dei suoi giorni... ma ora non più. La sua vita era tornata ad appartenergli, e non c'erano Stark in vista.


A bordo della galea Myraham Theon Greyjoy osserva in lontananza il castello di Pyke, una struttura dall'aria tetra eretta sulle rocce che emergono dal mare, e rammenta il giorno in cui fu portato via dall'isola per essere affidato alla tutela di Eddard Stark. Interpretando la cometa rossa nel cielo come il simbolo della sua gloria futura, Theon ripensa alla lettera di Robb che porta con sé, che per lui ha il valore di una corona. È costretto ad accontentarsi di guardare il castello da lontano in quanto il capitano, a differenza degli Uomini di Ferro, non ha né il coraggio né la nave adatta ad avvicinarsi di più agli scogli.

La figlia del capitano, che non ha esitato a entrare nel suo letto sin dai primi giorni di viaggio, si rivolge a lui e Theon la conduce nella cabina sotto lo sguardo scontento del padre. Quest'ultimo disapprova la relazione ma è costretto ad accettarla per essere pagato profumatamente, cosa che provoca in Theon un particolare godimento. Lei gli chiede di poter sbarcare con lui, lavorare alla fortezza oppure diventare la sua moglie di sale, ma Theon rifiuta dicendo che ormai gli Uomini di Ferro hanno abbandonato questo costume insieme al loro antico stile di vita guerresco. Poi convince la ragazza a praticargli del sesso orale e nel frattempo continua a sognare la gloria a cui pensa di essere destinato ora che la sua vita da ostaggio è terminata. Quasi giunto all'attracco di Porto dei Lord nota che ci sono parecchie navi lunghe attraccate, e si chiede se suo padre possa aver radunato i vessilli di guerra già prima di ricevere la proposta di Robb da parte sua. Il fatto non desta comunque la sua preoccupazione: ritiene infatti il padre una persona anziana e sconfitta, che difficilmente potrà ostacolarlo.

Sceso a terra Theon scopre con malcelato fastidio che nessuno lo attende per dargli il benvenuto. L'unico a riconoscerlo è un prete del Dio Abissale che si rivela essere suo zio Aeron, venuto ad accompagnarlo a Pyke. Congedata con freddezza la figlia del capitano, Theon resta stupito dal cambiamento dello zio, che in passato era un uomo aperto e gioviale e che ora è divenuto austero e tetro. Aeron lo interroga subito sulla sua fede e poi lo battezza con l'acqua di mare, secondo il culto del Dio Abissale. Durante il tragitto a cavallo che porta al castello Aeron mette in guardia il nipote sulla questione ereditaria, ricordandogli che ha ancora una sorella maggiore, Asha, e che il Trono del Mare non può andare a uno uomo cresciuto come uno Stark. Theon ripensa così con amarezza al suo soggiorno a Grande Inverno, dove, pur essendo stato trattato con gentilezza ed avendo sviluppato un affetto fraterno per Robb, era rimasto comunque un prigioniero.

Verso il tramonto i due raggiungono le mura di Pyke, dove Theon non incontra alcuna faccia a lui familiare. Si riveste in modo adeguato e poi si reca all'incontro con il padre Lord Balon. Il genitore lo accoglie con severità, diffidente nei confronti del figlio per via della sua lunga permanenza presso gli Stark, verso i quali continua a nutrire un forte rancore dai tempi della sua fallita rivolta. È inoltre contrariato dal suo abbigliamento raffinato e dalla sua collana, comprata con l'oro e non strappata a un nemico ucciso come prescrive la Vecchia Legge degli Uomini di Ferro. Theon rigetta le accuse e consegna a Balon la lettera di Robb Stark in cui gli viene offerta la corona delle Isole di Ferro in cambio di un'alleanza contro i Lannister. Balon rifiuta l'accordo e schiaffeggia il figlio, dicendogli che non intende accettare la corona come dono da qualcun altro e che il suo obiettivo non è Castel Granito, ritenuto inesp ugnabile, ma un altro più facile da conquistare. Theon comprende subito che il padre intende attaccare il Nord.

Prime apparizioni

Aeron Greyjoy - Balon Greyjoy - Helya

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Clash of Kings, vedi la voce dedicata

Note