ACOK17

Da La Barriera Wiki.
ACOK17 - TYRION
Il regno dei lupi
(Mondadori)
POVTyrion Lannister
AmbientazioneFortezza Rossa
Serie TV02x03 - Ciò che è morto non muoia mai
ACOK15
TYRION III

ACOK16
BRAN II
ACOK17
TYRION IV
ACOK18
SANSA II

ACOK20
TYRION V

ACOK17 il diciassettesimo capitolo de A Clash of Kings e de Il regno dei lupi.

È il quarto capitolo dedicato a Tyrion Lannister de Il regno dei lupi e di A Clash of Kings e il tredicesimo di Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

Icona Citazione.png "Il mio approccio però è un po' diverso: se cibo c'è, io lo mangio. Giusto nel caso che all'indomani non ce ne sia più."


Tyrion consuma la colazione nelle stanze di Pycelle in compagnia del maestro, e gli chiede di inviare d'urgenza un messaggio al Principe di Dorne Doran Martell. Appena l'anziano si allontana per eseguire il compito, il Folletto approfitta della situazione per rubare un'ampolla dai suoi scaffali. Al suo rientro Pycelle si mostra curioso di conoscere il contenuto della missiva, ma il Folletto si rifiuta di rivelarglielo e gli strappa invece la promessa di non parlarne con nessuno, pensando con soddisfazione che la prima parte del suo piano, finalizzato a individuare chi tra i consiglieri è al soldo della regina, è stata portata a termine.

Uscito in cortile trova Bronn, che gli riferisce le ultime novità: un invito cena da parte di Lady Tanda, una richiesta di pagamento dei debiti da parte di un finanziatore di Braavos, le lamentele per i territori saccheggiati dagli uomini di Lord Tywin e per i sempre più intensi disordini ad Approdo del Re. Infine lo informa che Alliser Thorne ha chiesto udienza, e il Folletto, nutrendo una forte antipatia verso il Guardiano della Notte, decide di farlo attendere a lungo. La sua conversazione con il mercenario viene interrotta dall'arrivo di della Regina Cersei, che si ferma per parlargli dei pericoli che gravano sulla capitale, minacciata dall'avanzata dell'esercito di Renly Baratheon, accusandolo di essere incapace di difenderla e di liberare il fratello Jaime dalla prigionia. Quando la donna si allontana Tyrion riflette sul fatto che sia invece Stannis, fratello maggiore di Renly, a rappresentare il pericolo più grave, immaginando un suo probabile attacco dal mare.

Quando Tyrion giunge nei propri quartieri, Podrick Payne gli annuncia la visita di Petyr Baelish. Mentre quest'ultimo ironizza sul nuovo passatempo di Re Joffrey, che consiste nel cercare di colpire le lepri con la balestra, Tyrion nota il pugnale in acciaio di Valyria che Ditocorto porta alla cintura, lo stesso che ha spinto Catelyn Stark a catturarlo l'anno precedente. Il visitatore nega però con sfacciataggine di esserne il proprietario. Ripensando all'astuzia di Lord Baelish e alla rapidità della sua ascesa, il Folletto inizia dunque a mettere in atto la seconda parte del suo piano, chiedendogli di sfruttare la sua amicizia con Lysa Arryn per portarla dalla parte dei Lannister e rivelandogli di voler suggellare l'alleanza con un accordo matrimoniale tra suo figlio Robert e la principessa Myrcella. Stuzzica poi la sua ambizione proponendogli il castello di Harrenhal in cambio dell'aiuto prestato. Ditocorto cerca di mostrarsi distaccato ma, attratto dal ricco premio, finisce per accettare.

Quella stessa sera Tyrion ha un incontro privato con Varys, che si vanta subito di essere già venuto a conoscenza della lettera indirizzata a Doran Martell pur ammettendo di non averne letto il contenuto. Il Folletto gli rivela di aver offerto al Principe di Dorne un posto nel Concilio Ristretto e la consegna degli assassini materiali di sua sorella Elia, barbaramente uccisa dai soldati Lannister molti anni prima nel Saccheggio di Approdo del Re, aggiungendo di volergli mandare Tommen in qualità di suo protetto come clausola cautelare dell'accordo. Confida infine all'eunuco di voler tenere nascosti i propri progetti a Cersei, e pensa tra sé e sé di aver portato a termine anche la terza parte del suo piano.

Prime apparizioni

Galt - Hallyne - Tallad

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Clash of Kings, vedi la voce dedicata