ACOK21

Da La Barriera Wiki.
ACOK21 - BRAN
Il regno dei lupi
(Mondadori)
POVBrandon Stark
AmbientazioneGrande Inverno
Serie TV03x02 - Ali oscure, oscure parole
ACOK16
BRAN II

ACOK20
TYRION V
ACOK21
BRAN III
ACOK22
CATELYN II

ACOK28
BRAN IV

ACOK21 è il ventunesimo capitolo de Il regno dei lupi e de A Clash of Kings.

È il terzo capitolo dedicato a Brandon Stark de Il regno dei lupi e de A Clash of Kings' e il decimo de "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco".


Sinossi

Icona Citazione.png"Lo giuro sulla terra e sull'acqua," disse il ragazzo in verde. "Lo giuro sul bronzo e sul ferro," disse sua sorella. "Lo giuriamo sul ghiaccio e sul fuoco," conclusero insieme.


Bran entra nella Sala Grande di Grande Inverno in groppa a Danzatrice e i nobili del Nord lì radunati per la Festa del raccolto lo accolgono con urla di giubilo verso la Casa Stark che lo rendono orgoglioso e quasi dimentico di essere uno storpio. Una volta sistemato sullo scranno del lord, Bran tiene un discorso ai presenti, ricevendo poi i complimenti da Ser Rodrick. Inizia quindi il ricco banchetto, accompagnato da risate. Bran non avrebbe voluto che Grande e Piccolo Walder presenziassero al tavolo dei nobili, ma Maestro Luwin gli aveva ricordato che presto Stark e Frey saranno imparentati. Il ragazzo non apprezza la festa, sentendosi estraneo a tutto quel divertimento, e preferirebbe trovarsi nel Parco degli Dei. Ricorda il banchetto dell'anno precedente, in onore della visita al castello di Re Robert, pensando con malinconia che tutti quelli che c'erano allora adesso sono lontani o morti.

Ad un certo punto vengono annunciati due nuovi convenuti, Meera e Jojen Reed, due crannongmen provenienti dall'Incollatura. Ser Rodrik ricorda a Bran che tra Howland Reed, padre dei due arrivati, ed Ned Stark c'era una grande amicizia. Meera spiega che sono stati mandati per rinnovare la fedeltà di Torre delle Acque Grigie a Grande Inverno e insieme pronunciano la formula di giuramento. Bran riflette sulle usanze di questo popolo e si ricorda che si tratta di gente povera delle paludi, pescatori e cacciatori di rane che vivono in palafitte. Nonostante siano definiti codardi per via delle loro tecniche di guerriglia, rammenta anche che Howland fu uno dei più valorosi compagni di suo padre Eddard durante la Ribellione di Robert. Quando Jojen chiede di vedere i metalupi Piccolo Walder cerca di spaventarlo paventando la possibilità che lo possano mordere, ma Bran lo rassicura che ciò non potrà accadere in sua presenza. Durante il proseguimento del banchetto, mentre osserva i Reed con curiosità, finisce per arrossire ad un sorriso di Meera. Rimane a guardare le danze per un poco, ma presto decide di farsi portare a letto, stanco per il vino bevuto e triste al pensiero di non poter partecipare ai balli.

Prima di addormentarsi ricorda di quando suo padre gli raccontò di essersi scontrato contro il celebre cavaliere Arthur Dayne e di come non sarebbe sopravvissuto senza l'aiuto di Howland Reed. Durante il sonno si ritrova di nuovo nei panni di Estate, rinchiuso insieme a Cagnaccio nel Parco degli Dei, dove incontra Jojen e Meera Reed, per nulla spaventati dall'arrivo dei metalupi. Jojen esamina i due animali valutando la loro forza e, dopo aver respinto l'avviso di prudenza della sorella, si protende per toccare Estate. Al contatto con le sue dita, Bran avverte la sensazione di cadere.

Prime apparizioni

Alebelly - Farlen - Hothen - Jojen Reed - Meera Reed - Mikken - Mors - Skittrick - Tym

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Clash of Kings, vedi la voce dedicata