ACOK43

Da La Barriera Wiki.
ACOK43 - JON
La regina dei draghi
(Mondadori)
POVJon Snow
AmbientazionePugno dei Primi Uomini
Serie TV02x05 - Il fantasma della fortezza
ACOK34
JON IV

ACOK42
DAVOS II
ACOK43
JON V
ACOK44
TYRION X

ACOK51
JON VI

ACOK43 è il quarantatreesimo capitolo de A Clash of Kings e il dodicesimo de La regina dei draghi.

È il secondo capitolo dedicato a Jon Snow de La regina dei draghi, il quinto de A Clash of Kings e il quattordicesimo de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

Icona Citazione.png"Noi siamo qui per morire, lord Mormont. Per quale ragione porteremmo questi abiti neri se non per morire dentro di essi in difesa del reame?"


Un singolo suono di corno annuncia ai Guardiani della Notte accampati al Pugno dei Primi Uomini l'arrivo dei confratelli della Torre delle Ombre, guidati da Qhorin il Monco. Su ordine del Lord Comandante Mormont, Jon Snow va a cercare i suoi compagni per incaricarli di fare i preparativi per l'accoglienza. Il ragazzo si sente sollevato dall'arrivo dei compagni, il cui ritardo stava rendendo molti uomini inquieti. Incontra quindi Qhorin il Monco, ricordando la sua leggendaria fama di guerriero implacabile, e il veterano mostra a sua volta interesse per Jon per via delle sue origini Stark. Qhorin si reca quindi da Jeor Mormont, spiegando che il suo ritardo è dovuto ad uno scontro avuto con alcuni Bruti lungo il tragitto.

Mentre prepara, insieme a Edd l'Addolorato, la colazione per il Lord Comandante e il nuovo arrivato, Jon ricorda una discussione origliata la notte precedente tra Chett e alcuni altri confratelli, preoccupati per i futuri pericoli che li aspettano nella spedizione e tentati di disertare anche al costo di ricorrere alla forza. Ripensa inoltre alle armi di vetro di drago ritrovate alcuni giorni prima, che ha distribuito ai suoi amici tenendo un pugnale per sé.

Servendo la colazione, Jon ascolta la conversazione tra Jeor Mormont e Qhorin, che riferisce le voci sulle ingenti forze di Mance Rayder raccolte da un Bruto preso prigioniero. Insieme discutono quindi su come rafforzare le difese della Barriera, decidendo di far presidiare alcuni del castelli abbandonati e di aumentare i pattugliamenti. Jeor Mormont fa presente che per Mance Rayder sarà difficile far passare una così gran quantità di Bruti attraverso l'immane muraglia, e che il sistema migliore sarebbe ricorrere a uno dei tunnel. Qhorin ipotizza però un obiettivo ben più ambizioso da parte del nemico: spezzare la Barriera creando un breccia, impresa irrealizzabile con i normali mezzi. Ritiene quindi che Mance Rayder voglia ricorrere alla magia e che abbia radunato tutti quei Bruti presso gli Artigli del Gelo per cercare qualcosa che gli consenta di farlo. Consiglia perciò a Jeor Mormont di mandare alcune piccole squadre di uomini in esplorazione, convincendolo del fatto che, nonostante i possibili rischi legati a quell'impresa, sia indispensabile alla difesa di tutta al confraternita. Tra i prescelti per la missione, Qhorin include anche Jon Snow, con grande titubanza del Lord Comandante, che però di fronte al fermo desiderio dello stesso ragazzo finisce per acconsentire. Qhorin dice quindi a Jon di prepararsi per la partenza e di portare con sé anche il suo metalupo Spettro.

Prime apparizioni

Qhorin

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Clash of Kings, vedi la voce dedicata