AGOT05

Da La Barriera Wiki.
AGOT05 - JON
Il Trono di Spade
(Mondadori)
POVJon Snow
AmbientazioneGrande Inverno
Serie TV01x01 - L'inverno sta arrivando
FumettiAGOT - Uscita 2
-
AGOT04
EDDARD I
AGOT05
JON I
AGOT06
CATELYN II

AGOT10
JON II

AGOT05 è il quinto capitolo de A Game of Thrones e de Il Trono di Spade.

È il primo capitolo dedicato a Jon Snow de Il Trono di Spade, de A Game of Thrones e de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

Icona Citazione.png"Allora lascia che ti dia qualche consiglio, bastardo." Riprese Tyrion Lannister. "Mai, mai dimenticare chi sei, perchè di certo il mondo non lo dimenticherà. Trasforma chi sei nella tua forza, così non potrà mai essere la tua debolezza. Fanne un'armatura, e non potrà mai essere usata contro di te."


Jon Snow partecipa al banchetto indetto in onore dell'arrivo della famiglia reale a Grande Inverno[1], tenuto nella Grande Sala del castello allestita per l'occasione. È stato costretto a sedersi ai banchi in fondo alla sala, poiché Lady Catelyn non ha voluto un bastardo accanto alla famiglia reale. Jon non è troppo dispiaciuto: in questo modo può bere a volontà senza essere controllato e tenere con sé il suo metalupo Spettro.

Ripensa alla famiglia reale, da cui non è rimasto colpito positivamente. Viene distolto dai suoi pensieri da un affamato Spettro e gli getta un pollo al miele, che il metalupo divora con gusto e difende dagli assalti di una cagna grossa il triplo di lui.

Lo zio Benjen Stark si siede accanto a lui e insieme commentano il cattivo umore di Eddard Stark e della regina Cersei Lannister. Benjen si complimenta con Jon per la sua capacità di osservazione e suggerisce che un uomo come lui sarebbe utile nei Guardiani della Notte. Jon, colpito, chiede con insistenza di entrare a farne parte, ma Benjen ritiene che sia troppo presto per una simile scelta, visto che far parte della confraternita implica rinunciare per sempre alla famiglia e alle donne. Propone a Jon di ripensare alla sua richiesta dopo aver messo a sua volta al mondo dei figli bastardi, ma la frase provoca l'ira del ragazzo spingendolo a uscire dalla sala, barcollante per il troppo vino.

All'esterno, Jon incontra Tyrion Lannister, che si mostra incuriosito da Spettro. Jon gli permette di accarezzare il metalupo, ma poi si offende nel sentirsi chiamato bastardo. Tyrion allora gli offre una lezione di vita: accettare quello che si è perché il mondo non lo dimenticherà, trasformare la propria identità in un'armatura per non permettere ad altri di usarla contro di sé. Spinto dalla reticenza di Jon, che non si sente dell'umore adatto per accettare lezioni, gli rivela il proprio burrascoso rapporto col padre Tywin; infine rientra alla festa, lasciando il ragazzo nella corte del castello a riflettere sulle sue parole.

Prime apparizioni

Arya Stark - Benjen Stark - Rickon Stark - Sansa Stark

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Game of Thrones, vedi la voce dedicata

Note

  1. AGOT04