AGOT10

Da La Barriera Wiki.
AGOT10 - JON
Il Trono di Spade
(Mondadori)
POVJon Snow
AmbientazioneGrande Inverno
Serie TV 01x02 - La Strada del Re
FumettiAGOT - Uscita 4
AGOT05
JON I

AGOT09
TYRION I
AGOT10
JON II
AGOT11
DAENERYS II

AGOT19
JON III

AGOT10 è il decimo capitolo de A Game of Thrones e de Il Trono di Spade.

È il secondo capitolo dedicato a Jon Snow de Il Trono di Spade, de A Game of Thrones e de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

Icona Citazione.png"Prima lezione: infilzali sempre di punta."


Jon vuole entrare a salutare Bran, che giace in coma nella sua stanza. Non ha mai visitato il fratellastro da quando è caduto[1] ed è intimorito, sapendo che in quella camera si trova anche Catelyn, rimasta a vegliarlo notte e giorno. Jon però sa anche che questa potrebbe essere la sua ultima occasione per rivederlo, dato che deve partire a breve per la Barriera e che forse Bran non si sveglierà più, dunque si fa coraggio ed entra. Si avvicina al letto ignorando le proteste di Catelyn e nota l'aspetto miserevole del bambino. In lacrime, lo prega di svegliarsi, gli comunica la partenza e lo saluta. Catelyn inizia a parlare tra sé e sé: confessa di aver pregato affinché a Bran venisse impedito di andare a sud. Jon la invita a non biasimare sé stessa, ma Catelyn gli risponde con parole sprezzanti e poi aggiunge che sarebbe dovuto precipitare lui al posto di Bran. Ferito dalle parole della matrigna, Jon ridiscende nel cortile del castello.

All'esterno c'è un via vai di persone intente a prepararsi per la partenza per Approdo del Re. Robb sorveglia tutto e sembra essere cresciuto di colpo. Parla con Jon, dichiarandosi ottimista riguardo a Bran e chiedendogli come la madre Catelyn l'ha trattato. Jon mente dicendo che è stata gentile. Si salutano con affetto e si abbracciano.

Dopo aver raccolto un fagotto dall'armeria, Jon si dirige nella camera di Arya, dove lei è intenta a preparare le valige facendosi portare le cose dalla sua metalupa Nymeria. Alla vista di Jon, corre ad abbracciarlo e gli confessa di aver temuto che se ne fosse già andato. Septa Mordane l'ha costretta a restare in camera per piegare i vestiti come si deve. Dopo aver badato che la porta sia chiusa, Jon le consegna il regalo d'addio: una spada sottile e adatta alla corporatura di Arya, forgiata da Mikken. Le raccomanda di allenarsi ogni giorno e, come prima lezione, le dice "infilzali sempre di punta". Arya è entusiasta del regalo, ma anche triste di doversi separare da Jon. Si abbracciano per l'ultima volta e Jon, prima di andarsene, le rivela il nome che ha dato alla spada: Ago.

Prime apparizioni

In questo capitolo non appare nessun nuovo personaggio.


Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Game of Thrones, vedi la voce dedicata

Note

  1. AGOT08