Giganti

Da La Barriera Wiki.

I giganti sono creature di aspetto umanoide che vivono nel Continente Occidentale.[1]


Descrizione

I giganti sono creature di grande altezza, variabile tra i tre e i quattro metri. Sono interamente coperti di pelliccia e le femmine hanno lo stesso aspetto dei maschi, cosa che rende difficile distinguerli.[1]

Sono di indole feroce.[1]

Parlano l'Antica Lingua dei Primi Uomini.[2]

I Bruti raccontano che i giganti sono soliti catturare umani per accoppiarsi con loro. Mentre i maschi finiscono per uccidere la donna umana a causa delle dimensioni, al contrario le femmine generano i mezzosangue, persone dotate di un fisico particolarmente massiccio.[1]

Distribuzione geografica

File:Map G7.jpg
Mappa di The Lands of Ice and Fire rielaborata by Grazia Borreggine©

Secondo i Bruti, i giganti nel terzo secolo dalla Conquista vivono ancora oltre la Barriera insieme alle altre antiche razze.[3]

Storia

Le più remote testimonianze sui giganti sono avvolte nel mito e nella leggenda. Si narra che durante un tentativo d'invasione dei Sette Regni da parte dei Bruti sotto la guida di Joramun i giganti si risvegliano quando il Re oltre la Barriera soffia nel Corno dell'Inverno.[4] Un'altra leggenda racconta invece che Serwyn dallo Scudo a Specchio affronta dei giganti per salvare la Principessa Daeryssa[5], mentre altri racconti parlano di un uomo che, dopo essere stato imprigionato in un castello da giganti maligni, grazie alla sua intelligenza e al suo coraggio riesce a fuggire ricorrendo all'inganno, per poi finire vittima degli Estranei[6]

In una cronaca risalente a prima della Conquista, scritta da un ranger di nome Redwyn, si racconta di un viaggio dalla Torre delle Ombre fino a Punta Lorn sulla Costa Congelata durante il quale i Guardiani della Notte incontrano e combattono dei giganti.[7]

Alla fine del terzo secolo dopo la Conquista la popolazione di Westeros ritiene i giganti ormai scomparsi, salvo alcuni racconti dei Bruti secondo cui ancora risiederebbero oltre la Barriera. L'unica testimonianza della loro esistenza sono delle vecchie ossa nel terreno, rinvenute di tanto in tanto dai contadini durante l'aratura dei campi.[1]

Esponenti

 

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 AGOT53
  2. ACOK51
  3. AGOT66
  4. ACOK23
  5. AGOT15
  6. ACOK09
  7. ACOK06