Lancia del Gigante

Da La Barriera Wiki.
Mappa di The Lands of Ice and Fire rielaborata by Grazia Borreggine©

La Lancia del Gigante[1] è la vetta principale del complesso delle Montagne della Luna, che contorna la Valle di Arryn nella sezione centro-orientale di Westeros.[2] Dal suo versante occidentale scendono verso valle le Lacrime di Alyssa, in una lunga e vertiginosa cascata.[3][4]


Posizione geografica

La Lancia del Gigante fa parte di una catena secondaria delle Montagne della Luna, che si distacca dal complesso principale all'altezza del Tridente e si dirige verso est in direzione del Mare Stretto chiudendo a nord la Valle di Arryn. Costituisce la vetta più alta dell'intero complesso montuoso, elevandosi per oltre tre miglia dal fondovalle; la sua cima è spesso avvolta in gelide nebbie.[2][3]

Flora e fauna

Le sue pendici sono ricoperte da fitti boschi di pini e abeti; salendo, tuttavia, gli alberi si diradano in favore della vegetazione d'alta quota e a pietraie di roccia scura battute dal vento d'alta quota, per lasciare infine spazio alle nevi eterne.[3]

Nel 298 il limite delle nevi perenni è circa all'altezza di Cielo, ma secoli prima era molto più basso ed i ghiacci si spingevano fino a Neve.[3]

Insediamenti

Ai piedi della Lancia del Gigante sorgono le Porte della Luna, residenza invernale della Nobile Casa Arryn. Da lì, una mulattiera di gradini intagliati nella roccia si inerpica a tornanti lungo il fianco della montagna fino a raggiungere Nido dell'Aquila, residenza estiva della casata costruità in prossimità di uno dei salti delle Lacrime di Alyssa. Lungo il tragitto il sentiero incrocia i fortini difensivi Pietra, Neve e Cielo.[3]

La prima parte del cammino, tra le Porte della Luna e Pietra, si svolge all'ombra delle foreste che crescono sui versanti della montagna: il sentiero è ricoperto di aghi di pino, e le volte degli alberi si chiudono sul sentiero, rendendolo simile ad un gigantesco tunnel. Una volta superata Pietra il cammino diventa più ripido e disagevole, ed il sentiero è costellato di rocce franate che ostacolano i viaggiatori. Tra Neve e Cielo i gradini intagliati nella roccia sono fessurati e crepati da secoli di gelate e colpi dati dagli zoccoli dei muli. Ad un certo punto del cammino ci si deve muovere su uno stretto cornicione largo appena tre piedi e lungo venti, con precipizi che si aprono da entrambi i lati; in quel passaggio è più prudente smontare dalle cavalcature e condurre i muli al passo. Oltre Cielo, la strada che si inerpica a Nido dell'Aquila diventa troppo dura anche per i muli, e diventa necessario proseguire a piedi per circa un'ora lungo un tunnel scavato nella roccia, i gradini ridotti a semplici appigli. Le provviste necessarie per il mantenimento di Nido dell'Aquila, così come i viaggiatori troppo stanchi per compiere l'ultimo tratto di strada, vengono raccolte in grandi ceste issate da Cielo al castello superiore grazie a dei grandi argani.[3]

Eventi

Quando Catelyn Tully giunge alle Porte della Luna conducendo con sé Tyrion Lannister come prigioniero, viene convocata con urgenza da sua sorella Lysa a Nido dell'Aquila. Deve affrontare quindi una salita in notturna della Lancia del Gigante, che affronta con la sola compagnia di Mya Stone e in groppa a Bianchino.[3]

Dopo la vittoria di Bronn nel duello con Vardis Egen, il mercenario e Tyrion Lannister affrontano la discesa scortati dalle guardie di Lysa nel loro viaggio di ritorno verso il Tridente.[5]

Poco tempo dopo anche Catelyn Tully, assieme a Ser Rodrik Cassel e Ser Brynden Tully, discende da Nido dell'Aquila alle Porte della Luna, diretta verso Città del Gabbiano.[4]

Note

  1. Lancia del Ciclope nell'edizione italiana dei libri de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
  2. 2,0 2,1 The Lands of Ice and Fire
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 3,5 3,6 AGOT34
  4. 4,0 4,1 AGOT40
  5. AGOT42