Mya Stone

Da La Barriera Wiki.
Mya Stone
R Vuoto.png
Dati personali
Nascita280281
Apparizioni
A Game of Thrones

Mya Stone è una ragazza bastarda, primogenita di Robert Baratheon e di una ragazza della Valle di Arryn[1], al servizio di Lord Nestor Royce.[2]


Descrizione fisica

Da piccola era una bambina delicata.[1] È aggraziata nei movimenti, ha un fisico asciutto e capelli neri, corti e lisci.[2] I suoi capelli scuri e folti sono un tratto comune anche ad altri dei figli di Robert Baratheon, con cui condivide una certa somiglianza.[3]

Indossa una maglia di ferro lucidata e indumenti di cuoio per andare a cavallo.[2]

Descrizione psicologica

È un'abile ed esperta scalatrice e ha occhi in grado di vedere bene anche al buio, tanto che Mychel Redfort è solito dirle che suo padre deve essere stato un caprone oppure un gufo.[2]

È spavalda, allegra e sicura di sé. È innamorata di Mychel Redfort ed è convinta di diventare sua moglie non appena lui verrà nominato cavaliere, malgrado le differenze sociali che li separano. Quando parla di Mychel sembra così innocente e felice da ricordare a Catelyn Tully sua figlia Sansa, altrettanto ingenua nei suoi sogni romantici.[2]

Nestor Royce nutre fiducia in Mya e lei non lo ha mai deluso.[2]

Resoconto biografico

Nata tra il 280 ed il 281 come figlia illegittima di Robert Baratheon, viene riconosciuta dal padre e assume il cognome Stone.[2] È stata concepita con una ragazza della valle prima del fidanzamento tra Robert e Lyanna Stark.[3]

Durante la sua infanzia Robert va spesso a trovarla e a giocare con lei, trascinando anche il suo amico Eddard Stark nelle sue visite.[1]

Ha trascorso metà della sua vita durante la lunga estate, non ha visto altro e non conosce altro.[2]

Si trova nel cortile delle Porte della Luna quando Catelyn arriva nella piazzaforte conducendo con sé Tyrion Lannister come prigioniero. Nestor Royce avvisa Catelyn che Lysa Tully ha chiesto di vederla immediatamente e Mya si offre di accompagnarla lungo la scalata a Nido dell'Aquila, dicendole che i muli conoscono la strada anche di notte. Ha percorso quel sentiero un centinaio di volte e promette a Catelyn che non avrebbe riportato alcun danno lungo il tragitto. Escono dal cancello in sella a due muli e Mya avverte Catelyn che la scalata può risultare più semplice se si chiudono gli occhi perchè a causa dello spavento si rischia di aggrapparsi con troppa forza agli animali e questo a loro non piace. Catelyn le chiede se ha intenzione di accendere una torcia ma lei le risponde che le torce servono solo ad accecare e che in una notte come quella basta il chiarore della luna e delle stelle. Il sentiero fino a Pietra, il primo fortino che sorveglia il percorso verso Nido dell'Aquila, si rivela semplice e le due donne, una volta arrivate, fanno una breve sosta per mangiare mentre alcuni uomini sellano muli freschi. La seconda tratta di strada, tra Pietra e Neve, è più insidiosa, e Mya è costretta a scendere una dozzina di volte dal suo mulo per rimuovere le rocce franate. Anche a Neve vengono sellati muli freschi e viene offerto loro del cibo, ma entrambe rifiutano riprendendo subito il cammino. Mya sorride quando vede il mulo dato a Catelyn, le dice che si chiama Bianchino e che si tratta di un ottimo scalatore anche sul ghiaccio ma che se non gli piace chi gli monta in sella allora si mette a scalciare. Tra Neve e Cielo raggiungono un passaggio a sella circondato da baratri, Mya scende dal mulo e dice a Catelyn che in quel punto è meglio condurre gli animali al passo. Catelyn è terrorizzata e non riesce a proseguire, e Mya allora torna indietro e rassicurandola le dice di tenere gli occhi chiusi per poi guidarla oltre l'abisso. Arrivate a Cielo, l'ultimo fortino, spiega a Catelyn che da quel punto in poi dovranno proseguire a piedi ma Lady Stark, stremata, le chiede di far calare la cesta per le vettovaglie che viene sollevata da Nido dell'Aquila attraverso sei grandi argani e che sarebbe arrivata al castello nella cesta per il cibo.[2]

Famiglia e genealogia

????????????
Robert I Baratheon???
Mya Stone

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 AGOT30
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 2,5 2,6 2,7 2,8 AGOT34
  3. 3,0 3,1 AGOT35