Raymun Fossoway

Da La Barriera Wiki.
Raymun Fossoway
R Vuoto.png
Dati personali
TitoliSer
CasataNobile Casa Fossoway
Apparizioni
Il cavaliere errante
St Fossoway (New Barrel).png

Raymun Fossoway è cugino di Ser Steffon Fossoway e fondatore della Casa Fossoway della Mela Verde.[1]


Descrizione fisica

Ha un fisico tarchiato, con la faccia squadrata, il naso schiacciato, i capelli corti e lanosi e un sorriso contagioso.[1]

Descrizione psicologica

È un giovane onorevole e coraggioso.[1]

Resoconto biografico

Durante il Torneo di Ashford, Raymun accompagna suo cugino Steffon Fossoway in qualità di scudiero. Durante un allenamento con la spada Steffon lo definisce "una mela non ancora matura", in quanto non lo ritiene ancora un combattente all'altezza. Quando [Steffon Fossoway|Steffon]] invita Dunk a battersi con lui, Raymun cerca di convincerlo ad accettare sperando che Dunk possa dare una lezione al suo arrogante cugino. Dunk, però, rifiuta e Raymun lo insegue scusandosi con lui per aver insistito ammettendo che non avrebbe dovuto poiché, non indossando l'armatura, suo cugino Steffon avrebbe potuto rompergli qualche osso.[1]

Parlando con Dunk del torneo, Raymun afferma che gli piacerebbe partecipare ma che non può farlo essendo ancora uno scudiero: Steffon ha infatti promesso di nominarlo cavaliere ma continua a rimandare dicendo che non è ancora maturo. Gli chiede poi chi ha intenzione di sfidare e commenta che per il terzo giorno di scontri, in cui Dunk scenderà in gara, molti campioni saranno già caduti.[1]

La sera del primo giorno di torneo, Raymun incontra di nuovo Dunk, che gli presenta il suo scudiero Egg. Chiede a Dunk perché non assiste al torneo dalla galleria in tribuna, quindi i due iniziano a parlare dello scontro tenutosi quel pomeriggio tra il Principe Aerion Targaryen e Ser Humfrey Hardyng. Raymun spiega che Lord Ashford ha dichiarato Ser Humfrey vincitore, ma l'anziano cavaliere non sarà più in grado di giostrare essendo ferito alla gamba in più punti. Con amarezza, aggiunge inoltre che suo cugino con ogni probabilità sfiderà il campione più affaticato o addirittura ferito. Raymun invita Dunk a bere del vino di Arbor mentre Egg resta allo spettacolo delle marionette, e i due si dirigono quindi al padiglione dei Fossoway.

Lì giunti versa da bere per entrambi e riprende a parlare del torneo: Aerion sembra in collera con Lord Ashford per la decisione di dare il suo cavallo a Humfrey ma, secondo Raymun, l'idea è dello zio di Aerion stesso, Baelor Targaryen. Nella solitudine della tenda, Raymun non ha timore di affermare che Aerion è un brutto soggetto e che fortunatamente è troppo in basso nella linea di successione. Inoltre, è certo che Aerion abbia mirato di proposito al cavallo di Ser Humfrey e che, se il Principe Maekar fosse stato presente, Aerion non si sarebbe comportato così davanti al padre. Raymun pensa che le voci di predoni nella zona siano false e che sicuramente il Principe Daeron non è presente al torneo solo perché ha preso l'ennesima sbornia. Mentre Raymun parla del Principe Maekar, Egg irrompe nel padiglione chiedendo aiuto a Dunk: Aerion sta facendo del male alla ragazza delle marionette. Raymun mette in guardia Dunk ricordandogli che Aerion è un principe Targaryen di sangue reale e, poco dopo, raggiunge Dunk sul luogo dell'attacco armato di cotta, elmo e spada, insieme al cugino Steffon e a mezza dozzina di armigeri al servizio dei Fossoway. In mezzo alla folla vede il Principe Aerion discutere con il giovane Egg che si scopre essere il Principe Aegon Targaryen.[1]

Venuto a sapere che Dunk dovrà sottoporsi al Giudizio dei Sette, Raymun si dimostra preoccupato perché le armi utilizzate saranno quelle da battaglia. Quando suo cugino Steffon lo schernisce per i suoi timori e assicura a Dunk il suo appoggio, Raymun assicura di essere anche lui dalla parte di Dunk.[1]

Dopo che Steffon è uscito dalla tenda promettendo di trovare altri cinque campioni, Raymun si mostra dubbioso sulle conoscenze del cugino. Promette quindi a Dunk di aiutarlo a sua volta a cercare altri cavalieri. Raymun e Dunk vengono interrotti dall'ingresso nel padiglione di Egg e di suo fratello Daeron Targaryen. Dopo aver parlato con i due principi, Raymun decide di andare con Egg a cercare altri campioni.[1]

La mattina seguente, giorno previsto per il Giudizio dei Sette, Raymun è fuori dal recinto degli sfidanti, all'estremità sud della lizza, e ha con sé il cavallo di Dunk e quello di Steffon. Prendendo Dunk da parte, dice che lui stesso ha chiamato Ser Humfrey Hardyng, sperando che il cavaliere volesse una rivincita su Aerion; la presenza di Ser Humfrey Beesbury è casuale essendo il cognato di Humfrey Hardyng; Ser Robyn Rhysling, invece, è stato chiamato da Egg. All'arrivo di un quarto campione, Ser Lyonel Baratheon, Dunk commenta che ora sono in sei. Raymun, all'entrata dei campioni sfidanti, nota che anche loro sono solo sei.[1]

Quando finalmente Steffon arriva, Raymun lo aiuta a indossare la cotta di maglia ma si blocca all'improvviso quando il cugino rivela di essere il settimo campione degli accusatori. Raymun gli ricorda la promessa fatta a Dunk e quando Steffon cerca di ricordargli il suo giuramento da scudiero, Raymun gli chiede se piuttosto non sia lui ad aver dimenticato il suo giuramento da cavaliere. Disgustato dal comportamento del cugino, Raymun decide di prenderne il posto, si inginocchia davanti a Dunk chiedendogli di nominarlo cavaliere e, davanti alla sua esitazione, gli chiede se mette in dubbio il suo coraggio. In quel momento Lord Ashford convoca Dunk alla sua presenza e quindi Raymun viene nominato cavaliere da Ser Lyonel Baratheon. Per non essere confuso con suo cugino, modifica lo stemma di Casa Fossoway sul suo scudo: la mela rossa in campo dorato ora è verde. Mostrando lo scudo, Raymun ammette di non essere ancora maturo ma proclama che è meglio essere acerbi che con i vermi.[1]

Durante lo scontro, Raymun combatte contro Steffon, entrambi appiedati e con gli scudi a pezzi a menarsi fendenti davanti alla tribuna.[1]

Terminato il Giudizio dei Sette Raymun, insieme ad Egg e Steely Pate, aiuta Dunk a togliersi gambiere e gorgiera e lo aggiorna sulla situazione: Beesbury è stato ucciso da Donnel di Duskendale; ser Humfrey Hardyng è stato gravemente ferito; tutti gli altri stanno bene e hanno riportato solo dei lividi e delle escoriazioni. Nessuno dei loro avversari è morto, ma Ser Willem Wylde è stato portato fuori dal campo privo di sensi mentre il Principe Daeron è stato disarcionato da ser Robyn Rhysling. Raymun si augura, inoltre, di aver rotto qualche costola al cugino. Notando la ferita di Dunk, un colpo di lancia che ha fatto penetrare la maglia di ferro nella carne, si preoccupa per lui temendo una cancrena. Al suo arrivo, il Principe Baelor chiede aiuto a Raymun per togliersi l'elmo, ma Raymun non riesce e chiede aiuto a Steely Pate.[1]

Note

  1. 1,00 1,01 1,02 1,03 1,04 1,05 1,06 1,07 1,08 1,09 1,10 1,11 Il cavaliere errante