Ygritte

Da La Barriera Wiki.
Ygritte
R Vuoto.png
Dati personali
TitoliMoglie di Lancia
Apparizioni
A Clash of Kings
Serie TV
AttoreRose Leslie
DoppiatoreChiara Gioncardi
ApparizioniSeconda stagione

Ygritte è una moglie di lancia del Popolo Libero.[1]


Descrizione fisica

È di statura bassa, con gambe arcuate e mani piccole. Ha il viso rotondo, il naso tozzo e i capelli rossi e arruffati. I suoi denti sono storti e molto bianchi.[1]

Possiede un'ascia da guerra. [1]

Descrizione psicologica

In quanto moglie di lancia, è in grado di combattere. [1]

È una donna coraggiosa, pronta all'eventualità di morire. È fedele al suo popolo e rifiuta di tradirlo rivelando informazioni ai nemici.[1]

Resoconto biografico

Quando Ygritte è ancora bambina, sua madre le canta spesso la canzone della rosa d'inverno.[1]

Una notte del 299 si trova su un'altura sopra il Passo Skirling a fare da sentinella insieme ad altri due guerrieri del Popolo Libero. All'improvviso, mentre Ygritte dorme, il gruppo viene attaccato da due Guardiani della Notte, Stonesnake e Jon Snow. I due compagni di Ygritte vengono subito presi di mira e uccisi e lo scontro sveglia la ragazza stessa, che viene immobilizzata da Jon con un pugnale alla gola prima di riuscire a reagire. Lei accetta di arrendersi, e viene fatta prigioniera dal giovane nonostante le perplessità di Stonesnake.[1]

Dopo che lei e Jon si sono presentati a vicenda, Ygritte consiglia ai Guardiani della Notte di bruciare i cadaveri dei compagni per evitare che risorgano come non-morti, ma i due preferiscono gettarli giù dal dirupo senza dover accendere fuochi. La ragazza viene poi interrogata sul Popolo Libero, rispondendo che oltre il Passo Skirling c'è l'esercito di Mance Rayder, forte di migliaia di uomini. Tace ostinatamente quando le vengono rivolte ulteriori domande. Poi interroga Jon su sua madre, avendone scoperte le origini bastarde, e gli parla della canzone della rosa d'inverno, composta da Bael il Bardo. Quindi, su sua richiesta, gli racconta la storia del celebre menestrello, secondo la quale anche gli Stark avrebbero nelle loro vene sangue del Popolo Libero. Il giovane rifiuta di credere a quanto narrato e Ygritte non si mostra interessata a dibattere a riguardo.[1]

All'alba giunge all'accampamento il resto del gruppo dei Guardiani della Notte, guidato da Qhorin il Monco, che Ygritte riconosce subito. Quando quello le domanda cosa farebbero i Bruti se fosse uno dei confratelli ad arrendersi, gli risponde con schiettezza che lo ucciderebbero comunque, solo in modo più lento. I Guardiani della Notte constatano di non avere le risorse per tenere la ragazza prigioniera e che inoltre farlo rischierebbe di svelare agli altri Bruti la loro presenza, quindi concludono che sia necessario ucciderla. Jon fa un debole tentativo di difenderla e in risposta Qhorin si limita a lasciarlo solo insieme alla prigioniera incaricandolo di adempiere al compito. Ygritte cerca di persuaderlo a disertare per unirsi al Popolo Libero, ma dato che Jon rifiuta subito l'idea si rassegna alla sua sorte, mettendosi in posizione per l'esecuzione ed esortandolo a fare in fretta. Tuttavia, dopo aver sollevato la lama, il giovane non trova il coraggio di colpire e la spinge a fuggire.[1]

Nei giorni successivi Ygritte si unisce ad un gruppo del Popolo Libero guidato da Rattleshirt, che alla fine riesce a circondare il gruppo dei Guardiani della Notte, ormai ridotto solo a Jon Snow e Qhorin il Monco, senza dargli possibilità di fuga. Jon dichiara allora la sua resa e Ygritte, contrapponendosi a Rattleshirt, si schiera dalla sua parte raccontando di come il giovane le ha risparmiato la vita e cercando di persuadere i compagni ad accoglierlo tra loro. Dopo che Jon ha dato prova delle sue intenzioni nel combattimento con Qhorin, lo difende ulteriormente contro l'insistenza di Rattleshirt di ucciderlo comunque. Gli altri Bruti concordano con lei e così il giovane disertore viene accolto. Dopo aver conquistato il mantello del defunto Qhorin in una partita a dadi, Ygritte informa Jon che il Re oltre la Barriera Mance Rayder è già sceso lungo io Fiumelatte, marciando con il vasto esercito verso la Barriera[2]

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 1,8 ACOK51
  2. ACOK68