Edmure Tully (Lord)

Da La Barriera Wiki.
Edmure Tully
IMS 001.png
Dati personali
TitoliSer
CasataNobile Casa Tully
Apparizioni
A Game of Thrones - A Clash of Kings
St Tully.png

Ser Edmure Tully è il solo figlio maschio di Lord Hoster Tully e Minisa Whent, ed erede di Delta delle Acque.[1]


Descrizione fisica

È tarchiato di corporatura. Ha i capelli ramati, spesso in disordine, e gli occhi di un azzurro profondo, caratteristiche tipiche dei Tully. Porta una barba color rosso fuoco.[2]

In battaglia indossa una cotta di maglia, mantello nei colori rosso fango e blu della sua casata, un elmo con la cresta ornata da una trota argentata e uno scudo parimenti dipinto con la trota simbolo dei Tully.[3]

Dopo il periodo di prigionia presso i Lannister in seguito alla Battaglia di Delta delle Acque appare smagrito, stanco e provato dalla tensione.[2]

Descrizione psicologica

È valoroso, ma non particolarmente saggio. Ci tiene a proteggere ogni palmo delle sue terre e ogni suddito a lui sottoposto[4], ma è ancora poco esperto in faccende militari[5] e, secondo Catelyn, manca di visione strategica.[6]

Sorride spesso[2] ed è di cuore tenero. Diventa però ostinato se viene toccato nell'orgoglio e, quando è arrabbiato, assume un atteggiamento imbronciato e scontroso.[6]

Ha un rapporto complesso con il padre Hoster: è convinto che questi non lo stimi, e cerca in ogni modo di renderlo orgoglioso di lui.[3] Dopo la malattia che costringe il padre a letto Edmure inizia a sentirsi a disagio in sua presenza, e cerca di evitare di recarsi al suo capezzale.[7]

Ha un rapporto di amicizia con il suo vassallo Marq Piper.[4] In campo amoroso preferisce non avere relazioni stabili, ma colleziona negli anni numerose avventure.[6]

Nutre avversione per tutti i cantastorie da quando, durante l'adolescenza, un menestrello seduce una ragazza per cui Edmure è infatuato.[8]

Resoconto biografico

Erede di Delta delle Acque

Ico 027.pngAnche Edmure aveva cercato di fargli visita, ma Petyr non aveva voluto vederlo. Nel duello, il fratello di Catelyn era stato dalla parte di Brandon in qualità di scudiero e Ditocorto non gliel'aveva perdonato.


Terzogenito del Lord di Delta delle Acque Hoster Tully, trascorre la sua giovinezza insieme alle sorelle maggiori Catelyn e Lysa[9] e al protetto di suo padre Petyr Baelish, per cui conia il soprannome "Ditocorto".[10] Tutti i ragazzi sono affezionati allo zio Brynden, a cui raccontano le loro gioie e i loro dolori, essendo il padre Hoster troppo occupato e la madre Minisa troppo malata.[11]

Perde presto la madre, la quale muore di parto nel tentativo di dare al marito un secondo figlio.[12]

Durante l'infanzia, in un'occasione Edmure cade da un olmo nel Parco degli Dei e si spezza un braccio.[2]

Quando Petyr, innamorato di Catelyn, sfida a duello Brandon Stark per la mano di lei, Edmure prende formalmente le parti di Brandon e gli fa da scudiero. In seguito allo scontro, mentre Petyr giace a letto per le ferite riportate, Edmure cerca di fargli visita, ma i suoi tentativi di riconciliazione vengono respinti.[5]

A sedici anni si fa crescere la barba.[13]

Dopo che Catelyn, sposata a Eddard Stark, lascia Delta delle Acque, Edmure si tiene in contatto con lei scrivendole sporadiche lettere.[11]

In seguito Lord Walder Frey propone un patto matrimoniale tra Edmure e una delle sue figlie, concedendogli la possibilità di sceglierne una, ma Lord Hoster rifiuta l'offerta.[14]

La guerra e la prigionia

Ico 027.pngEdmure scese gli scalini per abbracciarla. «Mia dolce sorella» mormorò commosso. Aveva occhi di un azzurro carico e bocca sempre pronta al sorriso. Ma non sorrideva, in quel momento. Appariva smagrito, stanco, provato dalla battaglia, stremato dalla tensione.


Nel 298, dopo il rapimento di Tyrion Lannister da parte di Catelyn e la conseguente minaccia di un'offensiva Lannister, Edmure è costretto dalle gravi condizioni di salute del padre a prendere personalmente in mano la difesa delle Terre dei Fiumi. Invia quindi i lord Vance e Piper a sorvegliare il passo sotto la Zanna Dorata, dichiarando di non voler cedere ai nemici nemmeno un pezzo del territorio dei Tully senza combattere[5], e ordina a Ser Raymun Darry di raggiungere Delta delle Acque con tutti i suoi armati.[4] Invia inoltre dei messaggeri a Castel Granito per chiedere a Lord Tywin Lannister le sue intenzioni, ma non riceve alcuna risposta. Scrive anche una lettera a Catelyn per informarla di tutti questi fatti, senza però menzionare la malattia di Lord Hoster.[5]

Dopo le brutali devastazioni ad opera di Gregor Clegane a Sherrer, Mummer's Ford e Wendish Town, Edmure inizialmente concede a Marq Piper e Karyl Vance l'autorizzazione a punire Ser Gregor per i suoi crimini. Lord Hoster però gli consiglia di esporre l'accaduto al re per non rischiare di essere a sua volta accusato di aver infranto la pace del reame, quindi Edmure comanda ai vassalli di radunare un piccolo esercito e di portare ad Approdo del Re gli abitanti superstiti di Sherrer, in modo che possano testimoniare l'accaduto.[4]

Cerca nel frattempo di difendersi dalle incursioni dei Lannister disseminando piccoli contingenti di uomini lungo tutti i confini delle sue terre, ma i nemici riescono a distruggerli prima che possano organizzarsi. Si scontra poi con Ser Jaime Lannister presso le mura di Delta delle Acque, finendo sconfitto e prigioniero[15] mentre il castello viene messo sotto assedio.[14]

Viene liberato da Lord Tytos Blackwood, il quale riesce ad agire grazie all'inaspettato intervento dell’esercito di Robb Stark che spezza l'assedio di Delta delle Acque durante la Battaglia degli Accampamenti.[16] Quando, dopo la vittoria, Catelyn raggiunge il castello al seguito del figlio e dello zio Brynden, Edmure la accoglie e la abbraccia, facendole le sue condoglianze per la morte di Eddard e promettendole vendetta. Poi accompagna la sorella a visitare il padre, che giace ancora malato a letto, spiegandole di non averla informata prima delle sue gravi condizioni di salute per paura che i Lannister intercettassero i messaggi e ne venissero a loro volta a conoscenza. Una volta giunto nei quartieri privati del padre, lo bacia sulla fronte ed esce dalla stanza lasciandolo solo con Catelyn.[2]

Partecipa al consiglio di guerra che si svolge poco dopo nella Sala Grande del castello, sedendo sull'alto scranno dei Tully con Brynden al suo fianco. La riunione termina con Robb Stark che viene proclamato Re del Nord da tutti i lord del Nord e delle Terre dei Fiumi.[2]

Vassallo di Robb Stark

Ico 027.png«Come possiamo parlare di pace mentre i Lannister continuano a dilagare come una pestilenza sulle terre di mio padre, depredando i suoi raccolti e massacrando la sua gente? L'ho detto e lo ripeto: dobbiamo marciare su Harrenhal.»


Desideroso di venire incontro alle richieste dei lord delle Terre dei Fiumi, Edmure insiste con Robb perché consenta loro di poter tornare alle loro terre, anche se questo significa disperdere le forze Tully. Presenzia poi alla corte di giustizia tenuta dal Re del Nord in cui Ser Cleos Frey, preso prigioniero in battaglia, viene inviato ad Approdo del Re per comunicare le condizioni di una possibile pace alla Regina Cersei. Al termine dell'udienza, Edmure dice a Robb che è difficile dover parlare di pace mentre i Lannister continuano a devastare le Terre dei Fiumi; propone quindi di marciare su Harrenhal, dove è asserragliato Lord Tywin, ma il giovane sovrano risponde che non hanno abbastanza forze per farlo.[7]

Quando Robb Stark parte col suo esercito per attaccare i territori dell’Occidente, Edmure viene lasciato come retroguardia a difesa di Delta delle Acque. Riceve quindi Cleos Frey tornato dalla sua ambasciata a corte con la risposta dei Lannister ma, dopo averlo ascoltato, ritiene le proposte inaccettabili. Offre nel frattempo ospitalità ai soldati Lannister del seguito, dal momento che hanno dichiarato intenzioni pacifiche e deposto le armi, e concede loro il permesso di muoversi liberamente per il castello.[6] In realtà tra i soldati si celano quattro uomini ingaggiati dal Folletto con la missione di liberare il fratello Jaime, tenuto prigioniero al castello.[17] La quarta notte, dopo aver ucciso due guardie, questi riescono a farlo uscire dalla cella nella torre dove è rinchiuso e, approfittando del buio, uno di loro imita la voce di Edmure per far sollevare la grata del Portale del Fiume. La fuga viene sventata un'ora prima dell’alba dall'arrivo fortuito dello stesso Edmure il quale, rientrando al castello dopo una serata di divertimenti, viene riconosciuto da Lew il Lungo, una delle guardie, che insospettito dagli ordini precedentemente ricevuti dà l'allarme. Dopo aver ripreso lo Sterminatore di Re, Edmure fa impiccare i quattro cospiratori e i soldati Lannister intervenuti a combattere per aiutarli, mentre i soldati rimanenti vengono gettati nelle segrete. Non fidandosi delle assicurazioni di Ser Cleos di essere stato all'oscuro del complotto lo fa rinchiudere nella cella precedentemente occupata da Jaime, mentre quest'ultimo viene imprigionato nei sotterranei.[6]

In seguito, dopo la vittoria di Robb a Oxcross, Tywin Lannister lascia Harrenhal per raggiungere le sue terre in Occidente. Edmure è però determinato a impedirgli di attraversare indenne le Terre dei Fiumi; richiama quindi a Delta delle Acque i suoi alfieri, arrivando a disporre di ottomila fanti e tremila cavalieri, e affida loro la difesa dei guadi della Forca Rossa per impedire all’esercito di Lord Tywin di attraversarla; fa inoltre posizionare rostri di ferro e palle chiodate sotto la superficie del fiume per ostacolare maggiormente i nemici. Trova ulteriori truppe ordinando poi a Helman Tallhart e ai suoi uomini di lasciare le Torri Gemelle, ritenendo ormai sicura la lealtà di Lord Frey, e unirsi alle forze di Roose Bolton al quale ordina di prendere Harrenhal. Così facendo, Edmure conta di intrappolare Lord Tywin tra la Forca Rossa ed Harrenhal, dal momento che non potrà ritirarsi lì, per poi distruggerlo completamente al ritorno di Robb Stark dall'Occidente. Permette inoltre a molti profughi e popolani di rifugiarsi con le loro masserizie nel suo castello per proteggerli dalla guerra, senza preoccuparsi del fatto di avere bocche aggiuntive da sfamare in caso di assedio.[6]

Nel frattempo giunge la notizia della morte di Renly Baratheon assassinato, secondo alcune voci, da sua sorella Catelyn, precedentemente inviata presso quest'ultimo come ambasciatrice del Re del Nord per cercare un'alleanza contro i Lannister. Poco dopo, riceve ben tre corvi messaggeri da Capo Tempesta coi quali il castellano Cortnay Penrose offre alleanza a chi l'aiuterà contro l'assedio posto da Stannis Baratheon; Edmure però non risponde ai messaggi, non avendo aiuti da offrire e non ritenendo Stannis un nemico. Al rientro di Catelyn a Delta delle Acque la accoglie, informandola della voce diffusasi che la ritiene responsabile della morte di Renly e ragguagliandola sugli ultimi avvenimenti. I due si recano poi nel Parco degli Dei per discutere in privato dell’imminente scontro con Lord Tywin, discordando sul tipo di condotta da tenere: Catelyn suggerisce di rinserrarsi a Delta delle Acque e lasciare che l'esercito nemico torni nell'Occidente, Edmure intende invece dare battaglia e, per convincere la sorella della bontà della sua strategia militare, le dice che anche Lord Blackwood e Lord Bracken concordano col suo piano.[6]

Quando l'esercito dei Lannister si appresta ad attraversare la Forca Rossa, Edmure esce per affrontarlo alla testa delle truppe Tully. Nei giorni successivi, tutti i tentativi di attacco ai guadi da parte nemica vengono respinti con successo. Lo scontro più cruento ha luogo a Mulino di Pietra dove Edmure ferma Gregor Clegane e i suoi uomini, riusciti a raggiungere la sponda occidentale del fiume, scatenando su di loro la cavalleria di riserva e mandando in pezzi il cuneo di Ser Gregor costringendolo a ritirarsi. Dopo la vittoria scrive una lettera alla sorella in cui la informa delle pesanti perdite subite da Lord Tywin e della sua ritirata verso sud-est.[3]

Famiglia e genealogia

????????????
Hoster TullyMinisa Whent
??????Catelyn TullyLysa TullyEdmure Tully???

Note