Maestri della Cittadella

Da La Barriera Wiki.
Maestri della Cittadella
Ordine culturale
IMS 001.png
SedeCittadella

I maestri, talvolta chiamati anche "cavalieri della mente", sono un ordine di sapienti istruiti alla Cittadella di Vecchia Città che prestano servizio nei castelli nobiliari come consiglieri e guaritori.[1]


Descrizione

I maestri sono un ordine composto da soli uomini.[1] Indossano vesti di colore grigio[2], con ampie maniche dotate di tasche interne, e portano stretta intorno al collo, senza mai toglierla[3], una pesante catena formata da maglie di metalli diversi, vero e proprio simbolo dell'ordine.[4]

La collana di un maestro è fatta come una catena perché deve ricordargli il suo giuramento di servire, mentre le maglie sono fatte di diversi metalli perché a ogni metallo corrisponde un diverso tipo di conoscenza appresa: oro per la moneta e la contabilità, argento per le conoscenze mediche, ferro per l'arte della guerra[3], ferro nero per la conoscenza dei corvi, acciaio di Valyria per gli alti misteri.[5] La catena è anche una metafora del reame che il maestro giura di servire: i metalli di cui è composta rappresentano i vari strati sociali che compongono il regno. La catena di un maestro ha bisogno di tutti i tipi di metalli, così come una terra ha bisogno di tutti i tipi di persone.[3]

I maestri forgiano la propria catena durante gli studi alla Cittadella di Vecchia Città[3], dove apprendono storia, medicina, erboristeria, architettura, navigazione, astronomia, contabilità e il linguaggio dei corvi.[6][1] Oltre a saper preparare pozioni medicamentose, i maestri imparano parimenti l'arte dei veleni, anche se sono reticenti a mettere in mostra una simile conoscenza. La vastità della loro erudizione è tale che sono i soli, insieme agli alchimisti di Lys e agli Uomini senza Volto, a conoscere la formula per la creazione del veleno strangolatore.[7] Alla Cittadella è possibile anche lo studio teorico della magia[1] ma solo un maestro su cento vi si dedica, considerata la scarsa utilità attribuita alla materia[5] e la visione logica e razionale della realtà che caratterizza i maestri stessi.[6] Alcuni studi e ricerche sono proibiti, tra questi la negromanzia; chi trasgredisce al divieto si vede tolta la catena dell’ordine.[8]

Al termine degli studi i maestri pronunciano i voti, tra i quali quelli di non avere figli[7] e di astenersi dai rapporti sessuali[9], e per il resto della vita devono mettere al primo posto la fedeltà al proprio ordine, arrivando persino a rinunciare al nome di famiglia e ai legami con essa.[10] In circostanze particolari, l'Alto Septon può sciogliere un maestro dai suoi voti.[11]

Le conoscenze dei maestri sono messe al servizio delle famiglie nobiliari dei Sette Regni presso i castelli ai quali vengono destinati dalla Cittadella[7]; da quel momento è loro dovere servire nel castello al quale sono assegnati, chiunque sia il suo signore.[12] Tra i loro compiti principali c'è quello di occuparsi dei corvi messaggeri e gestire la corrispondenza[13]; per questo motivo i loro alloggi si trovano sempre vicini alle gabbie dei volatili.[14] Svolgono inoltre il ruolo di guaritori e assistono le partorienti. Sono anche consiglieri dei lord presso cui servono e insegnanti dei loro figli[4]; inoltre, in assenza del loro signore e di un castellano, possono momentaneamente occuparsi della direzione del castello.[5]

Gran Maestri

Il maestro che presta il proprio servizio presso il Re alla Fortezza Rossa è conosciuto con il titolo di Gran Maestro.[15]

Oltre ad occuparsi dei compiti propri dei maestri comuni[6], il Gran Maestro fa parte del Concilio Ristretto[16], avendo però il dovere di servire il reame piuttosto che il sovrano in sé.[17]

La catena del Gran Maestro è diversa e più elaborata rispetto a quella dei maestri comuni. È composta da due dozzine di pesanti catene attorcigliate insieme a formarne una più grossa che scende dalla gola al petto. Le maglie sono fatte con tutti i metalli conosciuti: ferro nero e oro rosso, rame lucido e piombo opaco, acciaio, stagno, argento, ottone, bronzo e platino. Tra le maglie metalliche sono incastonate delle gemme: granati, ametiste, perle nere, rubini e smeraldi.[16]

Il Conclave

Tra i compiti dei maestri c'è la misurazione della lunghezza dei giorni, in modo da determinare il cambio delle stagioni. Quando alla Cittadella giungono i rapporti elaborati dai maestri di tutto il regno si riunisce il Conclave, il quale verifica l'effettivo cambiamento di stagione e ne manda l'annuncio ai lord del Continente Occidentale tramite dei corvi bianchi.[7][18]

Storia

Nel corso dei secoli, il prestigio e l’influenza dei maestri della Cittadella aumenta sempre più arrivando a soppiantare pressoché ovunque nei Sette Regni la Gilda degli Alchimisti, un tempo potente.[19]

Durante il regno di Daeron II il ruolo di Gran Maestro ad Approdo del Re è ricoperto da Malleon, che scrive Storia e Discendenze delle Grandi Case Nobili dei Sette Regni.[20]

Benché figlio di Re Maekar I, Aemon Targaryen studia alla Cittadella diventando maestro. Nonostante sia maggiore del fratello Aegon, alla morte del padre rifiuta l'offerta di essere sciolto dai suoi voti per diventare Re dei Sette Regni[11] e quando Aegon nel 233 sale al trono Aemon si reca a svolgere le sue mansioni al Castello Nero, dove presta giuramento ai Guardiani della Notte.[10]

Dopo aver studiato alla Cittadella, nella seconda metà del terzo secolo il Maestro Marwyn compie un viaggio che lo porta fino ad Asshai.[21]

Il Gran Maestro Pycelle inizia a servire ad Approdo del Re sotto Aegon V, continuando sotto Jaehaerys II e Aerys II.[6] Dopo l'ascesa al trono di Robert Baratheon viene perdonato per essere stato al servizio del nemico e mantiene la propria carica[21], che conserva anche sotto Re Joffrey, successore di Robert[22]. Pur essendo ufficialmente al servizio del reame Pycelle dimostra in varie occasioni di avere forti legami con Casa Lannister.[23][9] Fatto in seguito arrestare da Tyrion Lannister, in qualità di Primo Cavaliere, con l'accusa di essere un informatore della Regina Cersei[9], viene poi liberato su intercessione di quest'ultima ma privato da Tyrion del suo seggio nel Concilio Ristretto.[24]

Membri

Aemon Targaryen (Maestro)  •  Ballabar  •  Caleotte  •  Colemon  •  Cressen  •  Creylen  •  Frenken  •  Gormon Tyrell  •  Jurne  •  Kym  •  Lomys  •  Luwin  •  Marwyn  •  Melwys Rivers  •  Omer Florent  •  Pylos  •  Qyburn  •  Tothmure  •  Vyman  •  Wendamyr  •  Willamen Frey  •  Yormwell

Maestri in servizio nei principali castelli di Westeros

Note