Dywen

Da La Barriera Wiki.
Dywen
IMS 001.png
Dati personali
Organizzazioni:Guardiani della Notte
Apparizioni
A Game of Thrones - A Clash of Kings
St Guardiani della Notte.png

Dywen è un ranger in forze ai Guardiani della Notte.[1]


Descrizione fisica

Nel 298 è ormai un veterano vecchio e nodoso.[1]

Perde diversi denti, che sostituisce con protesi di legno[2] con il risultato che i suoi sorrisi risultano storti.[3]

Ha la faccia rugosa, la pelle dura come il cuoio e le mani nodose.[4]

Descrizione psicologica

Si vanta di avere un ottimo olfatto e di saper sentire l'odore della neve in arrivo.[2]

Ha senso dell'umorismo e tende a scherzare e fare battute.[3]

Resoconto biografico

Dywen fa parte del gruppo di ranger che accompagna Jon Snow e Samwell Tarly oltre la Barriera per giurare come Guardiani della Notte davanti agli Antichi Dei. Quando Spettro appare nella radura si rende conto che ha una mano umana chiusa tra le fauci, e consiglia ai presenti di rientrare al Castello Nero prima del calare della notte.[1]

Guidato da Spettro, un gruppo di ranger si reca quindi sul luogo dove si trovano i cadaveri di Othor e Jafer Flowers, due confratelli dispersi da mesi. Dywen commenta che Jafer pare essere stato ucciso con l'ascia di Othor, e all'osservazione di Samwell Tarly sull'assenza di sangue sulla scena ipotizza che i due siano stati messi in quel punto come avvertimento alla confraternita. Poi però osserva che i due morti non puzzano di cadavere e nota che gli occhi di Othor sono diventati azzurri.[2]

In seguito viene inviato da Lord Mormont oltre la Barriera per cercare tracce della pattuglia dispersa di Benjen Stark, ma rientra al Castello Nero senza aver trovato tracce.[5]

Nel 299 fa parte della spedizione oltre la Barriera guidata da Jeor Mormont. Durante la missione, i Guardiani della Notte esplorano tre villaggi dei Bruti, trovandoli tutti deserti. Dywen si dedica alla caccia alla selvaggina, ma si sorprende di non trovarne, e immagina che qualcosa abbia spaventato gli animali.[6]

Successivamente, gli uomini della spedizione giungono alla fortezza di Craster. Prima di arrivare, Dywen racconta ad alcuni confratelli, tra cui Jon Snow e Grenn, alcune stranezze sul bruto, mettendoli in guardia dall'avvicinare le sue mogli.[3] Dopo aver lasciato la dimora di Craster, il gruppo prosegue verso il Pugno dei Primi Uomini.[4]

Note