Chiggen

Da La Barriera Wiki.
Chiggen
R Vuoto.png
Dati personali
Morte298
Apparizioni
A Game of Thrones

Chiggen è un mercenario che assieme al suo compagno Bronn si unisce al gruppo di Catelyn Stark nel viaggio verso Nido dell'Aquila.[1]


Descrizione fisica

È tozzo e ha i denti giallastri.[1]

Descrizione psicologica

È un uomo cinico e pragmatico.[1]

Sa macellare gli animali con movimenti sicuri ed esperti.[1]

Prende in giro Tyrion Lannister e lo chiama "nano", ma ride alle sue battute su Catelyn.[1]

Resoconto biografico

Si ferma a pernottare nella Locanda dell'Incrocio e lì, insieme al compagno Bronn, assiste al rapimento di Tyrion Lannister da parte di Catelyn Stark.[2] La coppia di mercenari si offre di aiutare la donna a condurre il Folletto a Nido dell'Aquila.[1]

Nel corso del viaggio per la strada alta della Montagne della Luna, il gruppo fa una sosta. Chiggen inizia a macellare e mangiare il cavallo di Tyrion e prende in giro il proprietario, dicendogli di ringraziare da parte sua colui che gli ha donato l'animale e offrendogli un assaggio di carne.[1]

Quando il gruppo viene attaccato dei Clan della Montagne, Chiggen si affretta subito a formare una linea difensiva insieme a Bronn, Rodrik Cassel e Willis Wode. Poi si getta contro i nemici con grida di battaglia inarticolate e, con la sua spada, squarcia il volto a un brigante che indossa una maglia di ferro. Dopo il combattimento, inizia a depredare i caduti, fermandosi solo per fare un segno di approvazione quando Bronn dice a Tyrion che, per festeggiare il suo battesimo del sangue, ci vorrebbe una donna. Quando Catelyn propone di seppellire i morti prima di proseguire, i due mercenari si rifiutano di perdere tempo in questo modo.[1]

Viene ferito da una freccia nel ventre durante il secondo scontro con i Clan della Montagne. Dopo la battaglia, Bronn lo finisce con un pugnale sotto l'orecchio, raccontando a Catelyn che è deceduto per le ferite.[3] Il suo corpo rimane insepolto e Tyrion gli sottrae la maglia di ferro.[4] In seguito Bronn si giustifica con Tyrion, dicendo che Chiggen avrebbe fatto lo stesso con lui e che i suoi lamenti stavano attirando altri nemici.[3]

Note