Cohollo

Da La Barriera Wiki.
Cohollo
IMS 001.png
Dati personali
Morte299
TitoliCavaliere di sangue
Organizzazioni:Khalasar di Drogo
Apparizioni
A Game of Thrones

Cohollo è uno dei cavalieri di sangue di Khal Drogo.[1]


Descrizione Fisica

Cohollo è un uomo tozzo e calvo, dal naso storto e i denti rotti.[2]

Descrizione psicologica

Ha un approccio mite e gentile con la Khaleesi Daenerys Targaryen.[2] Come buona parte dei Dothraki disprezza profondamente la magia di sangue e chi ne fa uso.[3]

Resoconto biografico

Cohollo viene dedicato alla protezione del khalakka di Bharbo, Drogo, fin dalla nascita di quest'ultimo. Attorno al 278 sventa un tentativo di rapimento del bambino e impedisce che venga venduto ai nemici di suo padre. Nello scontro i suoi denti vengono rotti con una mazza.[2]

Quando Drogo diventa khal sceglie Cohollo come suo cavaliere di sangue.[1] Nel 298 Cohollo partecipa alla festa organizzata da Drogo a Pentos, nel corso della quale il khal conosce la sua futura moglie, Daenerys Targaryen.[4] Durante il matrimonio, come da tradizione, Cohollo regala alla donna un arakh decorato in oro.[1]

Celebrata l'unione, il khalasar si dirige verso Vaes Dothrak. All'arrivo nella città sacra Cohollo si reca insieme a Drogo e agli altri due cavalieri di sangue presso la Madre della Montagne per compiere sacrifici, passando tutta la notte in quel luogo.[2]

Assiste poi alla Cerimonia di presentazione di Daenerys Targaryen al Dosh Khaleen, aiutando la ragazza a salire in groppa alla sua puledra dopo il rituale.[5] Al banchetto che ne segue siede poco distante da Drogo e poi, quando Viserys si presenta nella sala e minaccia la khaleesi, lo blocca e lo disarma.[5]

Qualche tempo dopo, sempre durante la permanenza a Vaes Dothrak, Cohollo segue Drogo in una battuta di caccia allo hrakkar e al ritorno porta la carcassa dell'animale sulla sella del proprio cavallo.[6]

Successivamente il khalasar di Drogo lascia la città sacra alla volta della Baia degli Schiavisti e si scontra con quello di Khal Ogo presso un villaggio lhazareen. Cohollo rimane ferito e si trova con un profondo squarcio sulla spalla sinistra, ma dopo la battaglia si occupa insieme ad Haggo e Qotho di tagliare le campanelle dai capelli degli sconfitti, Ogo e suo figlio Fogo, per donarle a Drogo.

Quando vengono raggiunti da Daenerys Targaryen, preoccupata per le ferite del marito, Cohollo le spiega che Drogo ha allontanato gli eunuchi addetti alle cure mediche. Quando Mirri Maz Duur si fa avanti proponendosi come guaritrice e motivando il proprio gesto dicendo che tutti gli uomini fanno parte di un unico gregge, Cohollo la schiaffeggia per aver osato paragonare i Dothraki alle pecore. Visto che tuttavia Drogo, su insistenza della moglie, accetta di farsi curare dalla donna all'interno del tempio, Cohollo rifiuta di restare fuori ed esegue le istruzioni della sacerdotessa tenendo fermo il khal durante l'estrazione della freccia dal suo braccio.[7]

Dopo aver ripreso il viaggio vede tuttavia aggravarsi le condizioni di Drogo, e accorre quando questi cade da cavallo. Su ordine di Daenerys Cohollo va a chiamare gli schiavi perché erigano una tenda, dove la khaleesi ordina di far portare il marito. Quando, nel disperato tentativo di salvarlo, Daenerys decide di ricorrere alla magia del sangue di Mirri, le spunta in faccia e successivamente, nel caos che scoppia fuori dalla tenda, le punta l'arakh alla gola; viene tuttavia trapassato e ucciso da una freccia di Aggo.[7]

Note