Chiswyck

Da La Barriera Wiki.
Chiswyck
R Vuoto.png
Dati personali
Morte299
Apparizioni
A Clash of Kings

Chiswyck è un soldato al servizio di Ser Gregor Clegane.[1]


Descrizione fisica

È gobbo. [2]

Nel 299 è ormai un uomo anziano[2], con una barba grigia e arruffata[3].

In guerra porta un elmo che gli copre il viso fino al naso. [2]

Descrizione psicologica

Oltre ad essere un uomo spietato, è dotato di un crudele senso dell'umorismo: ama ridere della sofferenza altrui[2] e si diverte a raccontare le proprie nefandezze[3].

Resoconto biografico

Nel 298, dopo il Torneo del Primo Cavaliere, Chiswyck accompagna Ser Gregor Clegane nel ritorno da Approdo del Re insieme ad altri sei dei suoi soldati. Non riuscendo a proseguire per via di un fiume ingrossato dalle piogge, si fermano per la notte in una birreria nei dintorni. Né Chiswyck né Ser Gregor apprezzano la qualità della birra, e tale aspetto, insieme al fastidio dato dalle chiacchiere del locandiere, contribuisce a mettere la Montagna che Cavalca di cattivo umore. La situazione degenera quando l'oste si lamenta delle attenzioni indesiderate rivolte dai soldati a sua figlia Layna: Ser Gregor reagisce al rimprovero dando inizio ad uno stupro di gruppo della ragazza, che nel momento in cui arriva il turno di Chiswyck di partecipare alla violenza ha ormai esaurito tutte le forze per ribellarsi.[3]

Durante le razzie delle Terre dei Fiumi nel corso della Guerra dei Cinque Re, Chiswyck e gli altri soldati di Ser Gregor Clegane catturano gli abitanti della regione intorno all'Occhio degli Dei, uccidendo gli uomini in età da combattimento e facendo prigionieri le donne, gli anziani e i bambini. Questi ultimi vengono rinchiusi provvisoriamente in un edificio basso e allungato sulla riva meridionale del lago. Un giorno prendono prigioniero Gendry, ma gli risparmiano la vita per via delle sue abilità di fabbro. Poco dopo catturano anche Arya e Frittella, venuti a liberare il compagno. In un primo momento la ragazza cerca di ribellarsi estraendo la sua spada Ago, ma Chiswyck gliela strappa prontamente di mano e poi, quando Arya cerca di mordergli il braccio, la colpisce con il pugno coperto di maglia di ferro.[4]

Nel periodo in cui i prigionieri vengono detenuti nell'edificio i soldati li sottopongono a maltrattamenti, torture e interrogatori. Chiswyck percuote chiunque gli chieda una razione di pane aggiuntiva e talvolta aiuta Messer Sottile nelle torture.[2] Quando finalmente si mettono in marcia verso Harrenhal i soldati, a cavallo, costringono i prigionieri a procedere a piedi, uccidendo chi cerca di scappare o non ha le forze per camminare. Inoltre ogni notte portano le donne dietro ai cespugli per stuprarle.[2]

Quando giungono ad Harrenhal, nel sentire Frittella esprimere la propria paura per i fantasmi che in base alle dicerie infestano la fortezza, Chiswyck lo zittisce minacciandolo di ucciderlo trasformando lui stesso in uno spettro.[2] Lui e gli altri soldati di Ser Gregor restano nel castello solo per pochi giorni, per poi ripartire alla volta di altre razzie. [3]

Quando fanno nuovamente ritorno a Harrenhal vengono alloggiati nella Torre dei Lamenti. Una di quelle sere, mentre siedono tutti al tavolo, Chiswyck racconta divertito la vicenda dello stupro di gruppo nella locanda, commentando che avrebbe preferito che la vittima avesse continuato a ribellarsi anche durante il suo turno. La conversazione viene origliata Arya, che decide di punire l'uomo commissionando la sua uccisione all'Uomo senza Volto Jaqen h'Ghar. Pochi giorni dopo, nel cuore della notte, Chiswyck viene gettato giù da un camminamento e si rompe l'osso del collo.[3]

Note

  1. ACOK - Appendice J
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 2,4 2,5 2,6 ACOK26
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 ACOK30
  4. ACOK19