Jeyne Poole

Da La Barriera Wiki.
Jeyne Poole
R Vuoto.png
Dati personali
Nascita287
CasataNobile Casa Poole
Apparizioni
A Game of Thrones
Serie TV
ApparizioniPrima stagione
St Poole.png

Jeyne Poole è la figlia di Vayon Poole, attendente di Grande Inverno, e la migliore amica di Sansa Stark.[1]


Descrizione fisica

È graziosa e ha i capelli scuri.[2]

Descrizione psicologica

Durante l'infanzia a Grande Inverno sviluppa un' ottima intesa con Sansa, mentre non va molto d'accordo con Arya: le invidia la maggiore abilità di cavallerizza rispetto a Sansa, è soddisfatta dei rimproveri che la septa le rivolge[3] e stenta a comprenderne i comportamenti.[2]

Durante il Torneo del Primo Cavaliere si prende una cotta per Lord Beric Dondarrion.[4]

È molto sensibile e impressionabile di fronte alla violenza.[4]

Ama spettegolare e fantasticare insieme a Sansa, con la quale condivide anche la passione per i dolci.[2]

Durante i massacri che seguono l'arresto di Eddard Stark Jeyne è angosciata per la sorte del padre.[5]

Resoconto biografico

Nasce nel 287 e cresce a Grande Inverno, dove il padre Vayon lavora come attendente, instaurando un rapporto di grande amicizia con Sansa Stark.[3]

Durante la visita di Re Robert partecipa ad una lezione di ricamo in compagnia della Principessa Myrcella, durante la quale chiacchiera con Sansa e Beth Cassel. Lancia un'occhiata sorpresa e ridacchia quando Arya cerca di inserirsi nella conversazione e poi le spiega orgogliosa che Joffrey trova bella Sansa. Quando Septa Mordane rimprovera Arya per il suo ricamo malriuscito, Jeyne sorride.[3]

Insieme al padre segue Lord Eddard e le figlie ad Approdo del Re.[6]

Incolpa Arya per gli eventi del Tridente che hanno portato alla morte di Lady, e le racconta di come il corpo di Mycah sia stato riportato a pezzi al macellaio per il quale il ragazzo lavorava.[7]

Un giorno, mentre Jeyne mangia nella Sala Piccola insieme a Sansa, Arya, la septa e alcune guardie Stark, Eddard conferma a tutti loro le voci riguardo all'organizzazione del Torneo del Primo Cavaliere indetto in onore della sua nomina. Non appena Lord Stark esce dalla stanza, Jeyne e Sansa iniziano a bisbigliare in modo eccitato sull'imminente evento.[7]

Si reca al Torneo del Primo Cavaliere in compagnia di Sansa e Septa Mordane su una lettiga e raggiunge i posti assegnati da Eddard. Insieme a Sansa osserva ammirata i cavalieri che si apprestano a partecipare, ridacchia alla vista del curioso aspetto di Thoros di Myr, per poi smettere non appena le vengono spiegate le sue gesta in battaglia, confessa di trovare spaventoso l'aspetto di Jalabhar Xho e rimane particolarmente colpita da Lord Beric Dondarrion, tanto da dichiararsi pronta a sposarlo all'istante.[4]

Grida almeno una dozzina di volta durante le scene più intense del torneo e si copre gli occhi ogni volta che qualcuno cade di sella. Piange in modo disperato alla morte di Hugh della Valle, tanto da costringere Septa Mordane ad allontanarla dagli spalti per darle modo di riprendersi e da dover essere riaccompagnata al castello.[4]

Una sera Jeyne e Sansa cenano sole e parlano della riunione a cui la figlia di Eddard ha assistito nella Sala del Trono. Si scambiano opinioni su chi avrebbe dovuto ricevere il compito di punire Ser Gregor Clegane; Jeyne è convinta che la persona più adatta sarebbe stata Ilyn Payne, la giustizia del re, ma si dice sicura che Lord Beric Dondarrion sia un eroe coraggioso e galante e pertanto adatto al compito. Racconta di aver visto Arya nel pomeriggio, che camminava sulle mani nelle stalle, e confusa dalla scena a cui ha assistito chiede spiegazioni a Sansa, che non sa risponderle. Dopo poco interrompe il racconto dell'amica, per chiedere se sono rimasti dei dolcetti al limone. Le due ragazze si recano allora nelle cucine, dove trovano però solo mezza torta di fragole. La mangiano sui gradini della torre, mentre chiacchierano, ridono e si scambiano segreti, per poi andare a letto.[2]

Durante la notte del primo giorno del massacro degli uomini al servizio di Eddard, Jeyne viene spinta dentro la stanza di Sansa, picchiata e tremante di terrore. Racconta all'amica di come il Mastino ha sfondato la porta della sua stanza con una mazza da guerra e di come stiano uccidendo tutti gli uomini fedeli agli Stark. Sansa cerca di confortarla e poi vanno a dormire nello stesso letto abbracciate come sorelle.[5]

Durante il secondo giorno di confinamento Jeyne continua a piangere e lamentarsi. Quando, al tramonto, iniziano a suonare le campane del Grande Tempio di Baelor si tappa le orecchie e chiede a Sansa perché suonino, e questa le risponde che il motivo è la morte di Re Robert.[5]

La mattina del terzo giorno Jeyne non smette di singhiozzare, piena d'angoscia per la sorte di suo padre. Il tentativo di rassicurarla di Sansa fallisce e sortisce solo l'effetto di farla piangere ancora di più.[5]

Cersei, seccata dalla presenza di Jeyne nelle stanze di Sansa, ordina a Boros Blount di scortarla nelle stanze di Petyr Baelish e di farla rimanere lì fino a quando lo stesso Petyr non andrà ad occuparsene.[5]

Famiglia e genealogia

????????????
Vayon Poole???
Jeyne Poole

Note