Meera Reed

Da La Barriera Wiki.
Meera Reed
IMS 001.png
Dati personali
Nascita284
CasataNobile Casa Reed
Apparizioni
A Clash of Kings
St Reed.png

Meera Reed è la figlia primogenita di Lord Howland Reed della Torre delle Acque Grigie.[1]


Descrizione fisica

È di bassa statura, di costituzione piccola e snella e coi seni appena accennati. Ha lunghi capelli castani che porta annodati dietro la testa.[2]

Si muove con agilità ed ha ottimi riflessi.[3]

Indossa brache di pelle di agnello, rese morbide dall'utilizzo prolungato, e un farsetto senza maniche ricoperto da scaglie di bronzo. È armata con una rete appesa a un fianco e un lungo coltello di bronzo all'altro, mentre sulla schiena, legati con una cinghia, porta una lancia da rane e uno scudo rotondo di cuoio. Ha un vecchio elmo di ferro chiazzato di ruggine.[2]

Descrizione psicologica

Ha un temperamento allegro e cordiale[3], ed è affettuosa e protettiva[4][5]. È inoltre coraggiosa, determinata[3] e ottimista.[6]

È molto legata al fratello Jojen e crede nella natura profetica dei suoi sogni dell'oltre[3], ma diversamente da lui è meno convinta della loro ineluttabilità. Inoltre, trova talvolta frustranti i suoi sogni dell'oltre, incapace di spiegarsi perché gli Antichi Dei dovrebbero donare a qualcuno il dono della profezia senza che poi si possa far qualcosa per modificare il futuro preconizzato.[6]

Non teme di sporcarsi e può combattere come un ragazzo.[3]

Resoconto biografico

Alla Torre delle Acque Grigie, Meera apprende a combattere con rete e lancia da suo padre, Lord Howland.[3]

Nel 299, dopo un sogno dell'oltre di suo fratello Jojen[3], entrambi vengono inviati dal padre a Grande Inverno per rinnovare i voti di fedeltà al Re del Nord Robb Stark. I due ragazzi giungono al castello nel corso del banchetto per la Festa del Raccolto e, al cospetto di Bran, pronunciano insieme il giuramento di fedeltà dei crannogmen agli Stark. Durante il banchetto, Meera intercede con Bran per suo fratello dicendogli che vorrebbe vedere i metalupi. Si reca poi di nascosto nel Parco degli Dei con Jojen per vedere Estate e Cagnaccio, invitando il fratello ad essere cauto nell'avvicinarsi ai due animali.[2]

Meera e Jojen rimangono a Grande Inverno anche dopo il termine della festa, frequentando sempre più assiduamente Bran, che gradisce la loro compagnia. Un giorno si trovano nel Parco degli Dei e Meera, dopo aver lottato per gioco con Estate riuscendo a imprigionarlo con la sua rete, risponde alle domande di Bran sulla Torre delle Acque Grigie, invitandolo a visitarla. Avendo guadagnato la sua fiducia, la ragazza gli spiega che Jojen possiede la visione dell'oltre grazie alla quale è in grado di vedere il futuro nei sogni; in uno di questi, il fratello l’ha visto come un lupo con le ali incatenato e il loro compito è di aiutarlo ad aprire il terzo occhio. Dopo che Jojen cerca di indurre Bran a parlare dei suoi sogni di lupo, innervosendolo e scatenando la reazione aggressiva di Estate e Cagnaccio, Meera si frappone tra le belve e il fratello, impugnando la lancia, e chiede a Bran di richiamare i metalupi. I due sono alla fine costretti a mettersi in salvo sull'albero-diga fino all'arrivo di Hodor, che riesce ad allontanare gli animali.[3]

Quella sera Meera si reca nella stanza di Bran che, dopo essersi scusato per l'accaduto, le riferisce che secondo Maestro Luwin nessuno possiede la visione dell'oltre. La ragazza suggerisce che il maestro potrebbe sbagliarsi e gli fa notare che suo padre Lord Eddard ascoltava senz'altro l’anziano sapiente, ma alla fine prendeva da solo le sue decisioni.[3]

In seguito, convinto ormai della veridicità dei sogni dell’oltre, Bran ascolta un altro sogno di Jojen in cui il mare invade Grande Inverno e Alebelly, Mikken e Septon Chayle muoiono annegati ma, quando parla della necessità di avvertirli, Meera dice che non gli crederebbero. Quando Jojen rivela un nuovo sogno in cui Reek scuoia i volti di Bran e Rickon, Meera si offre di andare nella cella dove si trova e ucciderlo, ma il fratello le ribadisce l'ineluttabilità delle sue visioni.[6]

La notte in cui gli Uomini di Ferro di Theon Greyjoy prendono Grande Inverno, viene portata nella Sala Grande insieme a Jojen, Bran, Rickon e gli abitanti del castello per assistere alla proclamazione della resa a Theon. Quando Mikken viene ucciso per la sua ribellione, Meera copre Rickon con le sue braccia per nascondergli la scena.[4]

Una delle notti successive, grazie all'aiuto di Osha, Meera e il fratello liberano i due metalupi e riescono a fuggire insieme a Hodor, Bran e Rickon. Il gruppo si dirige inizialmente verso la Foresta del Lupo[7], ma una volta arrivati ai suoi margini, mentre i metalupi vengono mandati avanti per lasciare delle tracce, gli altri tornano indietro per nascondersi nelle cripte di Grande Inverno.[5]

Nel periodo di permanenza al buio nelle cripte Meera trascorre la maggior parte del tempo dormendo, nutrendosi con gli scarsi viveri a disposizione e parlando solo sottovoce. Temendo per la sicurezza di Bran per via dei lunghi periodi in cui resta nei panni di Estate, la ragazza gli fa mandare giù un po' d'acqua e gli passa del miele sulle labbra nel tentativo di nutrirlo. Dopo che Bran, attraverso gli occhi del suo metalupo, vede il castello incendiato e tutti gli abitanti uccisi, l'intero gruppo fuoriesce dal nascondiglio per controllare; prima di uscire, Meera si arma con la spada forgiata per la tomba di Lord Rickard Stark. Una volta fuori vengono raggiunti da Estate e Cagnaccio, quindi esplorano le rovine del castello in cerca di sopravvissuti. Il gruppo trova ben presto Maestro Luwin agonizzante nel Parco degli Dei, che racconta loro della distruzione del castello da parte di Ramsay Snow e raccomanda di non tenere insieme i due principi in quanto eredi di Robb. Quando l'uomo fa capire a Osha di porre fine alle sue sofferenze, Meera e Jojen portano via Bran e Rickon e aspettano poi la donna. Dopo essersi riforniti di cibo, il gruppo si divide: Rickon si allontana con Osha sulla Strada del Re, mentre Meera esce insieme a Jojen, Bran e Hodor dalla Porta dei Cacciatori, addentrandosi nella Foresta del Lupo in direzione nord.[5]

Famiglia e genealogia

????????????
Howland Reed???
Meera ReedJojen Reed

Note