ACOK23

Da La Barriera Wiki.
ACOK23 - JON
Il regno dei Lupi
(Mondadori)
POVJon Snow
AmbientazioneForesta Stregata
Serie TV02x01 Il Nord non dimentica
02x02 Oltre la Barriera
02x03 Ciò che è morto non muoia mai
ACOK13
JON II

ACOK22
CATELYN II
ACOK23
JON III
ACOK24
THEON II

ACOK34
JON IV

ACOK23 è il ventitreesimo capitolo de A Clash of Kings e de Il regno dei lupi.

È il terzo capitolo dedicato a Jon Snow de Il regno dei lupi e de A Clash of Kings e il dodicesimo de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

Icona Citazione.png"È nobile il tuo cuore, Jon, ma c'è una lezione in tutto questo che devi imparare: non possiamo raddrizzare i torti del mondo. Non è questo il nostro scopo. Sono altre le guerre che i Guardiani della Notte sono chiamati a combattere"


Mentre il contingente dei Guardiani della Notte procede sotto una pioggia incessante, l'avanguardia segnala che la fortezza di Craster, contrariamente a tutti gli insediamenti dei Bruti incontrati fino a quel momento, è ancora abitata. Il Lord Comandante Mormont è sollevato alla notizia, essendo Craster solito offrire rifugio ai Guardiani della Notte in missione, e incarica quindi Jon di recarsi in coda alla colonna per ricordare ai confratelli di evitare contatti con le sue numerose mogli. Lungo la strada, il ragazzo incontra Samwell Tarly, che gli racconta della reputazione sinistra che circonda il bruto. Nel tornare indietro Jon scambia qualche parola anche con Grenn e Dywen; quest'ultimo gli rivela che è Craster stesso il padre delle sue mogli.

La fortezza di Craster si rivela essere una squallida baracca di legno, capace di ospitare solo una piccola parte dei confratelli, per cui gli altri sono costretti ad accamparsi all'esterno. Accogliendo gli ufficiali nella dimora, Craster dice a Mormont di non aver visto Benjen Stark, ma che invece il gruppo di Ser Waymar Royce è passato da lui. Non si mostra intimorito dai racconti sui villaggi abbandonati e sui non-morti, convinto di essere protetto dalla propria devozione agli dei. Interrogato su Mance Rayder, dice che è stato lui a radunare tutti i bruti dei villaggi, e infine illustra ai Guardiani della Notte le regole dell'ospitalità ammonendoli di non toccare le sue mogli. Il Lord Comandante ordina a Jon di dire a Edd l'Addolorato di portargli la sua ascia come ricompensa per Craster e di chiamare Samwell, che dovrà registrare le informazioni fornite dal bruto su una mappa.

Fuori dalla baracca, Jon trova Edd, che con il suo solito umorismo nero si dichiara restio a regalare un'arma a un bruto. All'improvviso si sente l'urlo di Gilly, una delle mogli di Craster, spaventata da Spettro. Jon la tranquillizza e nota subito che è in stato di gravidanza. Arrivano anche Lark e Chett, due confratelli a lui ostili, che con una serie di battute spaventano la ragazza facendola scappare. Infine Jon trova Samwell, e dopo avergli riferito l'ordine di Jeor Mormont consuma la cena in sua compagnia, domandandosi nel frattempo come faccia Craster a tenere la propria abitazione al sicuro con così poche difese.

Il mattino seguente Gilly si presenta da lui, dicendo di essere stata mandata da Samwell per chiedergli aiuto. La ragazza infatti teme che il suo bambino possa essere un maschio. Gli rivela quindi l'usanza di Craster di sacrificare i propri figli agli Estranei e lo implora di portarla via con lui. Malgrado Jon si renda conto che Gilly sta dicendo la verità, rifiuta di aiutarla adducendo come motivazione i pericoli ancora maggiori verso cui i Guardiani della Notte si stanno dirigendo. La ragazza si allontana delusa, mentre Jon maledice Samwell per averle dato quell'idea. Dopo aver fatto colazione con altri confratelli, si reca dal Lord Comandante, che lo incarica di preparare il suo cavallo per rimettersi in marcia. Incontra poi Samwell e lo rimprovera per la sua sconsiderata proposta a Gilly, anche se nel profondo si sente in colpa per l'aiuto negato.

Mentre sono di nuovo in marcia, Jon confida a Jeor Mormont i propri dilemmi morali. Il Lord Comandante ammette di essere già a conoscenza dei sacrifici praticati da Craster e di accettarli come prezzo da pagare perché la confraternita continui a ricevere la sua ospitalità. Fa inoltre notare a Jon che, se davvero lo volessero, quelle donne potrebbero liberarsi da sole di Craster e che i Guardiani della Notte non possono raddrizzare ogni torto, avendo una guerra più importante da combattere. Gli rivela infine altre informazioni apprese da Craster, dalle quali risulta chiaro che Mance Rayder sta radunando tutti i Bruti per attaccare i Sette Regni, al momento poco difesi a causa della debolezza della confraternita e dell'impegno degli altri eserciti nella Guerra dei Cinque Re.

Prime apparizioni

Craster - Gilly - Lark - Ottyn Wythers

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Clash of Kings, vedi la voce dedicata

  • Usa.png - A Clash of Kings, edizione hardcover, Bantam Spectra, ISBN 978-0-553-10803-3, 1999, pagg. 267-283
  • Uk.png - A Clash of Kings, edizione hardcover, Harper Collins, ISBN 978-0-00-224585-2, 1998, pagg. 260-276
  • Ger.png - Der Thron der Sieben Königreiche, edizione paperback, Blanvalet, ISBN 978-3-442-24923-7, 2000, pagg. 432-459
  • Fra.png - L'Ombre maléfique, edizione paperback, J'ai Lu, ISBN 978-2-857-04638-7, 2000, pagg. 28-50
  • Ita.png - Il regno dei lupi, edizione hardcover, Mondadori, ISBN 978-88-04-49654-0, 2001, pagg. 355-377
  • Esp.png - Choque de reyes, edizione paperback, Gigamesh, ISBN 978-84-93270-22-3, 2003, pagg. XXX