Jhiqui

Da La Barriera Wiki.
Jhiqui
R Vuoto.png
Dati personali
Nascita284 circa
Organizzazioni:Khalasar di Daenerys Targaryen
Khalasar di Drogo
Apparizioni
A Game of Thrones - A Clash of Kings
Serie TV
AttoreSarita Piotrowski
ApparizioniPrima stagione

Jhiqui è una ragazza dothraki, ancella di Daenerys Targaryen.[1]


Descrizione fisica

Ha i tipici tratti fisici dei Dothraki: pelle ramata, capelli neri e occhi a mandorla.[1]

Descrizione psicologica

Serve la propria khaleesi con fedeltà e premura.[2]

In linea con le convinzioni dei Dothraki, crede che la luna sia una divinità, moglie del sole[3], considera le maegi esseri spregevoli che praticano la magia nera, giacciono con i demoni e attaccano gli uomini nel cuore della notte risucchiando loro la forza vitale.[4] e crede che le città abbandonate siano infestate da spiriti vendicativi[5].

Resoconto biografico

Quando Khal Drogo distrugge il khalasar di suo padre, Jhiqui viene catturata e ridotta in schiavitù.[3]

Nel 297 viene acquistata da Illyrio Mopatis, un ricco Magistro di Pentos, che la passa subito a Viserys Targaryen in modo da consentirgli di fare di lei il suo dono di nozze alla sorella. Il giorno del matrimonio tra Daenerys Targaryen e Khal Drogo Jhiqui viene donata da Viserys alla nuova khaleesi insieme ad altre due ragazze, Irri e Doreah. Le tre diventano ancelle personali di Daenerys e nello specifico a Jhiqui viene dato il compito di insegnarle la lingua dothraki.[1]

Dopo la cerimonia di nozze il khalasar lascia Pentos alla volta di Vaes Dothrak[3], e nel corso del viaggio Jhiqui spiega a Daenerys le usanze e le credenze del suo popolo.[6]

Più avanti si accorge della gravidanza di Daenerys e glielo fa notare, toccandole il ventre.[3]

All'arrivo del khalasar a Vaes Dothrak[6] aiuta, assieme alle altre ancelle, la Khaleesi a prepararsi per la cerimonia in cui Daenerys dovrà mangiare un cuore di cavallo crudo, facendola digiunare per giorni, masticare pezzi di carne cruda e bere sangue mezzo coagulato. Insegna inoltre alla khaleesi le parole in dothraki da pronunciare durante il rituale. Quando, al termine dell'evento, Viserys minaccia di strappare il bambino dal ventre di Daenerys se Drogo non gli darà finalmente un suo esercito, Jhiqui esita a tradurre quelle parole al khal temendo una dura punizione da parte di Drogo.[7]

Il khalasar lascia quindi la città sacra, recandosi verso la Baia degli Schiavisti e saccheggiando diversi villaggi sul proprio cammino.[4] In seguito al grave malessere di Drogo dovuto all'infettarsi di una ferita riportata in battaglia, aiuta Daenerys a portarlo nella tenda e preparargli un bagno, facendo però presente che il khal è caduto da cavallo, e secondo la cultura dothraki questo dovrebbe porre fine al suo dominio sul khalasar.[8]

Dopo il parto Daenerys giace per giorni in uno stato di incoscienza interrotto da brevi risvegli, e Jhiqui la assiste insieme alle altre ancelle. Quando dopo essersi definitivamente risvegliata la khaleesi chiede di suo figlio Rhaego, Jhiqui è costretta a rivelarle che il bambino non è sopravvissuto.[2]

Prima della cerimonia funebre di Khal Drogo, Jhiqui e la altre ancelle aiutano Daenerys a lavarsi e profumarsi per l'occasione. In seguito, su suo preciso ordine, le portano le uova di drago. Jhiqui vede poi insieme al resto del khalasar Daenerys entrare tra le fiamme e uscirne miracolosamente illesa insieme a tre cuccioli di drago.[9]

In seguito Daenerys decide di attraversare insieme al suo khalasar la Desolazione Rossa. Durante il viaggio, insieme a Irri, aiuta la khaleesi nel trasporto dei draghi.[5]

Dopo molti giorni il khalasar raggiunge la città abbandonata di Vaes Tolorro. Jhiqui preferirebbe proseguire, ritenendo la città infestata da spiriti maligni ma Daenerys non si mostra preoccupata della cosa e fa sostare lì la sua gente per qualche tempo.[5] In seguito Jhiqui arriva a Qarth insieme al khalasar di Daenerys, scortati da Pyat Pree, Quaithe e Xaro Xhoan Daxos.[10]

Dopo la distruzione della Casa degli Eterni acconcia i capelli di Daenerys secondo lo stile dothraki applicandole una campanella alla treccia. Quando la khaleesi le fa notare che non ha vinto nessun duello, Jhiqui risponde che la sua vittoria sugli Eterni è da considerarsi tale.[11]

Note